I nostri corsi, con professionalità!!

da anni, con professionalità, offriamo i nostri servizi comprendenti, tra l’altro:

- ed accertamenti per l’assenza di tossicodipendenze direttamente presso il luogo di lavoro;

- presenza sul territorio ed efficace gestione delle scadenze;

- disponibilità costante del ;

- corsi di generali e specifici, anche di Primo Soccorso e Antincendio, anche presso la Vostra Azienda.

Contattateci per eventuali ulteriori info e delucidazioni!!

Pubblicato in Servizio di Medicina del Lavoro | Commenti disabilitati

NUOVE NORME PER LA FORMAZIONE DI LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI

Dal 26 Gennaio 2012 sono in vigore le nuove norme per la dei , e , contenute nell’accordo Stato Regioni del 21 Dicembre 2011, pubblicato sulla G.U., n. 8 del 11 Gennaio 2012.

L’accordo determina i contenuti e la durata dei corsi di e aggiornamento previsti dall’art. 37 del , previsti per qualsiasi tipologia di azienda pubblica o privata a partire dal 26 Gennaio 2012.

Le realtà lavorative vengono tuttavia differenziate per livelli di rischio: basso, medio e alto.

  • a) Basso: commercio all’ingrosso e al dettaglio, attività artigianali, alberghi, ristoranti, attività amministrative, culturali e ricreative, servizi domestici
  • b) Medio: agricoltura, trasporti, magazzinaggio, servizi postali e di corriere, assistenza sociale non residenziale, pubblica amministrazione, istruzione
  • c) Alto: attività estrattive, costruzioni, industria manifatturiera, industria chimica, produzione e distribuzione di energia, smaltimento rifiuti, sanità, assistenza sociale residenziale.

Per “ specifica” non si intende la richiesta agli addetti alla prevenzione incendi, primo soccorso ed emergenza. Ovvero restano in vigore i dettami dei precedenti Decreti Ministeriali specifici.

Vengono inoltre determinate le caratteristiche della per le differenti categorie:

:

  • a) un corso di di 4 ore per tutti i settori
  • b) un corso di specifica di
  • b1: 4 ore per i settori a rischio basso
  • b2: 8 ore per i settori a rischio medio
  • b3: 12 ore per i settori a rischio alto
  • c) un aggiornamento quinquennale (alla scadenza del quinquennio o suddiviso nell’arco di 5 anni) di 6 ore per tutti i settori.

Oltre alla formazione prevista per i , dovranno certificare la frequenza ad:

  • a) un corso specifico di 8 ore per tutti i settori
  • b) un aggiornamento quinquennale (alla scadenza del quinquennio o suddiviso nell’arco di 5 anni) di 6 ore per tutti i settori.

:

  • a) uno specifico corso di 16 ore, in 4 moduli (giuridico-normativo, gestionale-organizzativo, valutativo, comunicativo-relazionale) di 4 ore ciascuno
  • b) un aggiornamento quinquennale di 6 ore per tutti i settori. . L’aggiornamento può essere distribuito nell’arco del quinquennio.

Riconoscimento della formazione pregressa

Per , e , sono considerati validi tutti i corsi specifici già conclusi e certificati al 26 gennaio 2012, oppure corsi specifici approvati prima del 26 gennaio 2012, purché conclusi entro il 26 Gennaio 2013.
La scadenza per l’aggiornamento deve però essere calcolata dalla data di conclusione del corso pregresso e e avranno fatto salvo un percorso formativo concluso da più di cinque anni solo se l’aggiornamento avviene entro il 26 Gennaio 2013.

In tutti i casi dovrà essere effettuata entro il 26 Gennaio 2013 la formazione aggiuntiva per i .

Il personale già in servizio al 26 Gennaio 2012 che non abbia conseguito certificazione di alcuna prima dell’entrata in vigore del decreto, deve completare gli obblighi formativi entro il 26 Luglio 2013.

Il personale assunto dopo il 26 Gennaio 2012 dovrebbe completare gli obblighi formativi anteriormente alla assunzione. Qualora non sia possibile, entro 60 giorni dalla assunzione.

Pubblicato in Formazione, Servizio di Medicina del Lavoro, Sicurezza | Contrassegnato , , , , , , | Commenti disabilitati

Formazione conferenza stato regioni

Ecco le decisioni prese il 21 dicembre 2011 nella sala riunioni di via della Stamperia 8 a Roma durante la Conferenza Stato Regioni.

Venti i punti all’ordine del giorno. Tre hanno riguardato la sicurezza sul lavoro, con particolare riferimento alla dei , ai corsi di per permettere al datore di lavoro di svolgere direttamente i compiti del Responsabile servizio prevenzione e protezione dei rischi RSPP, e il funzionamento del SINP.

  • “Schema di accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sui corsi di per lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti del responsabile del servizio di prevenzione e protezione dei rischi, ai sensi dell’ art. 34, commi 2 e 3 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. (LAVORO E POLITICHE SOCIALI – SALUTE) Codice sito 4.2./2009/35 (Servizio I). Accordo, ai sensi dell’articolo 34, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.
  • schema di accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la dei . (LAVORO E POLITICHE SOCIALI – SALUTE) Codice sito 4.2./2009/35 (Servizio I) Accordo, ai sensi dell’articolo 37, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.;
  • parere sullo schema di decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministro della Salute di concerto con il Ministro per la Pubblica Amministrazionee l’Innovazione, recante le regole tecniche per la realizzazione e il funzionamento del SINP, nonché le regole per il trattamento dei dati. (LAVORO E POLITICHE SOCIALI) Codice sito 4.4/2011/16 (Servizio I).

I tre schemi sono stati approvati dalla Conferenza e siamo in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Pubblicato in Sicurezza | Commenti disabilitati

AMBIENTI CONFINATI PUBBLICATO IL DPR 177/2011

Pubblicato il regolamento di qualificazione delle imprese delle imprese e dei autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati a norma dell’articolo 6, comma 8 lettera G) del Decreto 81/08.

Interessanti spunti per le imprese operanti nel settore delle bonifiche in genere, si premia la professionalitá acquisita e l´esperienza specifica.

Pubblicato in Sicurezza | Contrassegnato | Commenti disabilitati

Accertamenti di assenza di tossicodipendenza in lavoratori addetti a mansioni ad elevato rischio

Come indicato nel provvedimento n. 99/cu 30 ottobre 2007 (G.U. n. 266 del 15 novembre 2007), per i lavoratori addetti a mansioni che comportano particolari rischi per la sicurezza, l’incolumità e la salute di terzi, sono previste visite e screening tossicologici a sorpresa. Le mansioni … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati

Dotazioni Tecnico Sanitarie

La raccolta dei referti avviene in database elettronico; eventuali stampe cartacee si effettuano su richiesta del lavoratore o dell’autorità di controllo.

Per l’effettuazione delle visite vengono utilizzati presidi compatti per studio medico mobile (ad esempio spirometro, audiometro, elettrocardiografo) compreso lettino portatile, per un rapido allestimento nei locali forniti dal cliente.

Pubblicato in Servizio di Medicina del Lavoro | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati

VISITE MEDICHE

Le vengono programmate secondo scadenze prefissate accuratamente evitando perdite di tempo e disguidi. L’accesso del M.C. direttamente sul luogo di lavoro è caratterizzato da ampia adattabilità alle situazioni logistiche.

La strumentazione compatta, moderna ed aggiornata rende possibile una veloce ed accurata esecuzione degli esami necessari.  L’esperienza pluriennale del in vari ambiti produttivi ed il costante aggiornamento secondo le ultime disposizioni di legge garantiscono competenza e professionalità, ferma restando la reperibilità per problematiche intercorrenti.

Pubblicato in Servizio di Medicina del Lavoro | Contrassegnato , | Commenti disabilitati

Giudizi di idoneità

A completamento della visita medica vengono redatti i , allegati in automatico in cartella elettronica e quindi resi ai in forma cartacea direttamente alla fine della visita. Segue trasmissione al datore di lavoro in formato elettronico.

Pubblicato in Servizio di Medicina del Lavoro | Contrassegnato | Commenti disabilitati

Cartella sanitaria e di rischio informatica

Tutti i dati di nuova raccolta vengono digitalizzati e gestiti su supporti informatici a bassa obsolescenza attraverso l’applicazione Sintalex-MediLav©.

Il database viene implementato direttamente con copia informatica degli esami strumentali eseguiti in sede di visita dal M.C.

La cartella sanitaria elettronica garantisce corretta conservazione, riservatezza e sicura reperibilità nel pieno rispetto delle direttive  dell’art.25 e del D.Lgs. 196/03 (Legge sulla tutela della Privacy). Inoltre l’utilizzo di una spiccata informatizzazione nell’acquisizione sistematica dei dati permette un’alta flessibilità del sistema ai vari ambiti lavorativi con velocità nell’aggiornamento delle variazioni di mansione, dell’esposizione a e dello stato lavorativo.  Consente peraltro di monitorare accuratamente lo stato delle scadenze e le idoneità con eventuali prescrizioni e/o limitazioni.

A discrezione del cliente, anche la consegna della copia delle cartelle ai dimessi può avvenire attraverso posta certificata.

Pubblicato in Servizio di Medicina del Lavoro | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati

Programmazione iniziale del servizio di sorveglianza sanitaria

All’assunzione dell’incarico il effettua un sopralluogo degli ambienti, prende contatto coi datori di lavoro o con delegati degli stessi, con l’RSPP (responsabile del servizio di prevenzione e protezione) e con i rappresentanti dei per la sicurezza, se eletti. Dopo questa prima fase e dopo attento esame del DVR (documento di valutazione dei rischi) viene formulato un programma di sorveglianza sanitaria in cui sono indicati, distinti per mansione, i , gli accertamenti che si intendono effettuare e le relative periodicità.

Un’altra attività iniziale è la presa in consegna delle esistenti per poter continuare la sorveglianza sanitaria tenendo conto delle pregresse e delle relative scadenze. Qualora il precedente non abbia reso alla cessazione dell’incarico i dati in suo possesso (pur essendo questo un obbligo sanzionabile ex ) sarà responsabilità del nostro M.C. istituire nuove ricostruendo attraverso un’adeguata anamnesi la storia clinica dei .

Partendo dalle necessità del servizio e dal numero dei da sottoporre a sorveglianza sanitaria, il medico dovrà essere presente in sedi, giornate ed orari preventivamente programmati con i rispettivi datori di lavoro, ferma restando la possibilità di concordare giornate aggiuntive a richiesta, se necessario, anche a distanza di pochi giorni. Una organizzazione di questo tipo è funzionale a rispondere in modo pronto alle richieste dei ed a sottoporre a visita medica i neoassunti in tempi rapidi.

A tal proposito è comunque indispensabile attuare una stretta collaborazione con uno o più incaricati dai datori di lavoro per mettere a disposizione del gli elenchi dei , con le relative , periodicamente aggiornati con dimissioni, nuove assunzioni, cambi mansione o richieste dai .

Pubblicato in Servizio di Medicina del Lavoro | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati